PROFILO PROFESSIONALE

Marcello Lo Sterzo nasce a Roma il 13/04/63 e ivi residente dalla nascita. Dopo essersi diplomato come Perito Tecnico Agrario presso l'ITAS "G. Garibaldi" di Roma, si è laureato in Scienze Forestali presso l'Università degli Studi della Tuscia nella primavera del 1992 e successivamente ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della libera professione nell'autunno del 1992. 

E' iscritto all'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Roma e provincia, iscrizione n.1323 del marzo 1995. Ha superato l'esame finale del corso per Valutatori Sistemi Qualità svoltosi a Rimini dal 18 al 22 novembre 2002. 

Corso iscritto al n.32 del Registro dei corsi Qualificati CEPAS ed organizzato da CHECK FRUIT. Nel corso degli studi universitari viene ad apprendere l'esistenza dell'agricoltura biodinamica da cui rimane affascinato. Da un primo approccio estremamente diffidente, nel corso del tempo, frequentando i corsi ed i convegni organizzati dall'Associazione per l'Agricoltura Biodinamica in Italia e visitando le aziende agricole che applicavano il metodo colturale biodinamico, comprende la piena validità del metodo colturale biodinamico. 

Nel 1993 inizia a collaborare con la Demeter Italia come Ispettore presso le aziende associate che utilizzano il marchio Demeter e dal 1995 anche con la CODEX srl ai fini dell'applicazione del Regolamento CEE 2092/91. Attualmente collabora con il Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici CCPB di Bologna e il QC&I. Dal 1995 inizia ad operare come consulente biodinamico poiché un numero sempre maggiore di aziende agricole professionali si rivolgono chiedendo di essere seguite nella corretta applicazione del metodo biologico-dinamico. 

La particolarità del settore in cui opera lo porta ad operare in tutta l'Italia dall'Emilia Romagna alla Sicilia, seguendo realtà agricole che operano nei più svariati indirizzi produttivi e dimensioni. Tra le molte esperienze: l'Università Agraria di Allumiere con una superficie di 6000 ha ed un patrimonio bovino di oltre 1400 vacche maremmane oltre a cavalli maremmani e asini tolfetani, le aziende agricole del Comune di Roma per una superficie di oltre 5000 ettari, Arte e Orto dei Flli Zisa dove su 35 ettari di serre si coltivano melanzane , peperoni, pomodori, zucchine esportate in tutta Europa, Flli Ferrera che producono ortaggi, Coop. 

La Collina comunità per il recupero di ragazzi tossicodipendenti e che su una superficie di 40 ettari coltivano ortaggi venduti sia in azienda che al mercato di Reggio Emilia, San Gratiliano di Claudio Menicocci che coltiva 35 ettari ha vigneto con trasformazione aziendale delle uve da cui nascono vini di alta qualità e 20 ettari a nocciole, Flli Miceli che coltivano ortaggi, Az. Agr. La Pisana realtà di 300 ettari con 300 bufale in lattazione e con caseificio aziendale da cui nascono mozzarelle e formaggi di qualità eccezionale, De Angelis Marco che conduce un'azienda di 10 ettari coltivata ad ortaggi, solo per citare qualche esempio. 

Opera anche nel settore forestale avendo realizzato diversi progetti di miglioramento forestale. Per l'esperienza acquisita svolge un'intensa attività di docenza in corsi organizzati da vari enti dove ha ottenuto sempre un grande successo e da ormai quattro anni collabora con l'Istituto Professionale di Stato per l'Agricoltura e l'Ambiente di Latina San Benedetto.


Dal 14 ottobre 1993 è Segretario Regionale della Sezione Lazio dell'Associazione per l'Agricoltura Biodinamica in Italia. E' socio fondatore, 10 giugno 1996, dell'Associazione Pro Silva Italia.